“Alla scuola la guerra non piace, viva la pace”

Solidarietà e vicinanza al popolo ucraino è stata espressa in questi giorni anche dalle scuole di Montone, che hanno raccolto l’invito del Ministro dell’Istruzione a riflettere sulla pace e …

307
Condividi
307
Un momento dell' iniziativa sulla PACE

Solidarietà e vicinanza al popolo ucraino è stata espressa in questi giorni anche dalle scuole di Montone, che hanno raccolto l’invito del Ministro dell’Istruzione a riflettere sulla pace e sul contenuto dell’articolo 11 della Costituzione: “L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie”.
I giovani studenti insieme alle insegnanti, a seguito dei drammatici momenti del conflitto a cui stiamo assistendo, si sono soffermati sulla centralità e l’importanza del concetto d

Studenti di Montone per la PACE
Iniziativa per la PACE in Ucrania realizzata a Montone.

i pace, da instillare fin dai primi anni nelle menti e nelle coscienze delle nuove generazioni.
In particolare, la scuola primaria del borgo ha realizzato una manifestazione che ha visto coinvolti, all’ interno del chiostro di San Francesco, gli alunni di tutte e cinque le classi. Insieme hanno manifestato a favore e a supporto del popolo ucraino urlando a gran voce: “Alla scuola la guerra non piace, viva la pace”.

Un altr’ altra iniziativa per la pace è stata realizzata dagli studenti della secondaria di primo grado, con una coreografia accompagnata da canti per dire il loro forte e deciso “no” ai conflitti. Un modo per riflettere sulla guerra accompagnati dalle note di Girotondo di Fabrizio De André, Ci sono anch’io di Max Pezzali e Esseri umani di Marco Mengoni. Altre riflessioni su quanto sta avvenendo in Ucraina sono state proposte, con la guida delle insegnanti, attraverso la lettura e la comprensione di articoli e testimonianze.

Condividi
In questo articolo