“Chiostri Acustici” a Montone – 8 agosto 2021

Il Salone Gotico del Museo diocesano di Città di Castello ha ospitato nei giorni scorsi la conferenza stampa di presentazione di “Chiostri Acustici tra Umbria e Toscana”, manifestazione promossa …

194
Condividi
194

Il Salone Gotico del Museo diocesano di Città di Castello ha ospitato nei giorni scorsi la conferenza stampa di presentazione di “Chiostri Acustici tra Umbria e Toscana”, manifestazione promossa dal Museo del Duomo giunta quest’anno all’8^ edizione. Dopo mesi di chiusura per il contenimento della pandemia, è oggi forte l’entusiasmo per una ripresa in sicurezza delle attività culturali. Grazie anche all’utilizzo di spazi all’aperto quest’edizione è particolarmente ricca di appuntamenti ed eventi, per la realizzazione dei quali verranno rispettate tutte le disposizioni previste dal D. L. 22 aprile 2021 in materia di spettacoli aperti al pubblico.

A coordinare la presentazione è stata Catia Cecchetti (ideatrice e coordinatrice della kermesse), nel corso di un incontro che si è aperto con i saluti di Gian Franco Scarabottini, direttore dell’Ufficio Beni culturali ecclesiastici della Diocesi tifernate.

E’ confermata anche in questa edizione la partecipazione di tutti i comuni Altotiberini già da tempo coinvolti: Città di Castello, Citerna, Montone, San Giustino, Monte Santa Maria Tiberina, Pietralunga, Umbertide ed anche dei tre Comuni della Regione Toscana, Sansepolcro, Monterchi e Anghiari.
La novità di questa edizione riguarda l’adesione al progetto di Aboca Museum, sito in Toscana.
La programmazione degli appuntamenti interesserà i mesi estivi di luglio e agosto con ben undici eventi culturali destinati a turisti e cittadini, che inizieranno il 9 luglio per terminare il 19 agosto. Si tratterà non solo di concerti (di musica classica, pop, lirica e jazz) ma anche di presentazioni di libri e percorsi di visita guidati.


Particolare attenzione è stata rivolta alla scelta degli spazi per la realizzazione degli eventi in quanto obiettivo dell’appuntamento rimane la valorizzazione del patrimonio culturale, in modo particolare dei chiostri dell’Alto Tevere Umbro-Toscano, spazi di straordinario interesse artistico e di rara bellezza architettonica, quali il Chiostro del Duomo di Città di Castello, il Chiostro di San Francesco a Montone e ad Umbertide. Ma si voluto anche puntare sull’apertura di castelli quello Bufalini a San Giustino e sull’utilizzo di giardini e piazze di suggestiva bellezza come la Piazzetta dell’Orologio a Pietralunga, la Piazza Umberto I a Monterchi, la Piazza del Castello a Monte Santa Maria Tiberina e la Piazza Scipione Scipioni a Citerna; verranno interessati il Giardino di Piero della Francesca a Sansepolcro e il Museo della Battaglia ad Anghiari.

Per informazioni:
Museo diocesano di Città di Castello, 075 8554705 – museo@diocesidicastello.it

Condividi
In questo articolo