La "Presa di Perugia" per le vie del centro e il "Processo storico" a Braccio da Montone

Perugia torna al 1416. Domenica 23 novembre la città rivivrà i concitati giorni del XV secolo che la portarono a divenire dominio del condottiero Braccio Fortebracci. Tutto inizierà alle …

968
Condividi
968

Perugia torna al 1416. Domenica 23 novembre la città rivivrà i concitati giorni del XV secolo che la portarono a divenire dominio del condottiero Braccio Fortebracci. Tutto inizierà alle ore 15 con un corteo storico di oltre 250 figuranti in abiti d’epoca, che fra esibizioni di sbandieratori e disfide di tamburini accompagnerà Braccio a prendere possesso della città dopo la vittoriosa battaglia di Sant’Egidio contro Carlo Malatesta, difens

stemma montone braccio fortebraccio montone in

ore di Perugia in nome dello Stato della Chiesa. Seguirà alle ore 16, davanti alla Fontana Maggiore, una battaglia tra varie Domenica compagnie d’armi, secondo tecniche di combattimento medioevale fedelmente ricostruite fin nei mi

nimi particolari.

Partecipano gli Arcieri de Varano e una delegazione della “Corsa alla Spada” di Camerino, la Militia Bartholomei, i tamburini e una delegazione di Castelraimondo, i Lupi di Ventura e i Balestrieri di Città di Castello, gli sbandieratori di Gualdo Tadino, una delegazione di Montone, una delegazione di Spoleto, il Terziere Matiggia di Trevi, i Tamburini e una delegazione di Visso e una la delegazione di Anghiari.

Per concludere, alle ore 17, andrà in scena il “Processo storico” a Braccio da Montone. Uno dei più noti condottieri italiani del ‘400, che secoli dopo Alessandro Manzoni ricorderà ne Il Conte di Carmagno

la con una frase tanto poetica quanto chiara nel descriverne la fama immortale: “Braccio, che per tutto ancora, con maraviglia e con terror si noma”. La Sala dei Notari si trasformerà in un Tribunale e un collegio di veri magistrati giudicherà il signore di Perugia.

Al termine del dibattimento, come ormai da consuetudine, il pubblico intervenuto sarà chiamato ad emettere il suo verdetto, votando la colpevolezza o l’innocenza dell’imputato mediante biglie bianche e

nere che saranno fornite all’ingresso. Successivamente il Collegio Giudicante emetterà la propria sentenza secondo la legge.

Il Pubblico Ministero sarà rappresentato dal Dott. Sergio Sottani, Procuratore Capo della Procura della Repubblica di Forlì; il difensore dell’imputato sarà l’Avv. Franco Libori; i componenti del Collegio Gi

udicante saranno il Prof. Avv. David Brunelli, Professore Ordinario Diritto Penale all’Università di Perugia, il Dott. Daniele Cenci, Magistrato del Tribunale di Perugia, la Dott.ssa Nicla Flavia Restivo, Magistrato del Tribunale di Pe

rugia; garante del processo sarà il Notaio Dott. Luigi Sconocchia Silvestri.

L’evento, ormai un appuntamento fisso per i cittadini di Perugia, nelle passate edizioni ha ottenuto le lettere di plauso del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e del Presidente del Senato Renato Schifani.

Questa nuova edizione del “Processo storico”, organizzata dal club guidato dal Presidente Ludovico Maria Fagugli e curata dallo storico Gabriele Principato è patrocinata dalla Regione Umbria, dalla Provi

ncia di Perugia, dal Comune di Perugia, dal Comune di Montone, dall’Università per Stranieri di Perugia.

Quest’anno a interpretare i testimoni dei fatti che verranno sottoposti ad interrogatorio saranno: Elena Fabbri, Francesco Cotana e Gabriele Principato, del Rotaract e Ross Ripamonti, studente dell’Università d

i Bath, in Umbria per seguire un corso di lingua e cultura italiana all’Università per Stranieri, grazie a una borsa di studio patrocinata dal Club Perugia Est. L’imputato Andrea Fortebracci, meglio conosciuto come Braccio da Montone, sarà interpretato da Alexio Bacchiorri dell’associazione I Bracceschi. Ogni personaggio indosserà fedeli ricostruzioni dell’abbigliamento dell’epoca.

L’ingresso al processo storico è a contributo libero da 15 Euro. Il ricavato sarà destinato al finanziamento di borse di studio dell’Università per Stranieri di Perugia, per la frequenza di corsi di lingua e cultura italiana per stranieri, ed in parte devoluto a favore del restauro dell’opera “Eterno e Angeli”, della scuola del Raffaello, esposta alla Galleria Nazionale dell’Umbria. L’appuntamento è quindi domenica 23 novembre, dalle 15 in poi, nel centro storico, per una giornata di rievocazioni senza precedenti per la città. Info sul sito www.processostorico.it o telefonicamente al 349.3116466 | 328.3299872.

 

Il Programma

Alle ore 15:00 l’ingresso di Braccio a Perugia* – Un corteo storico rievocherà l’ingresso di Braccio da Montone, col suo seguito nella città, difesa a quel tempo da Carlo Malatesta per conto dello Stato della Chiesa.

Il corteo partirà da Borgo XX Giugno, passando per Corso Cavour, Scalette di Sant’Ercolano, Via Oberdan, Via Baglioni, Piazza Italia, Corso Vannucci e arriverà in piazza IV Novembre. Durante il percorso sono previste varie esibizioni a tema medievale.

Alle 16:00 battaglia medioevale* – In Piazza IV Novembre gli uomini di Braccio si scontreranno con l’esercito a difesa della città, rievocando una battaglia medioevale.

Alle 17:00 “Processo storico” a Braccio da Montone – Terminata la battaglia Braccio sarà arrestato e condotto, insieme con gli spettatori nella Sala dei Notari, dove sarà giudicato da un collegio di veri magistrati.

 

Condividi
In questo articolo